La totale fiducia nei confronti di Durst porta l’azienda Rospil a investire in Tau 330 RSC E per conquistare nuovi mercati


Madrid, Spagna – 12.06.2020 – L’azienda Etiquetas Rospil ha compiuto un nuovo passo avanti nel suo processo di trasformazione digitale conquistando nuovi mercati grazie all’acquisto del sistema di stampa Tau 330 RSC E di Durst, azienda di tecnologie di produzione e stampa digitali avanzate. Sempre più spesso, i suoi clienti richiedono esplicitamente che le loro etichette vengano prodotte con una macchina da stampa single-pass a getto d’inchiostro.

L’azienda Etiquetas Rospil con sede a Madrid ha registrato una crescita inarrestabile grazie al suo marcato orientamento alla clientela e al suo forte impegno a favore dell’innovazione. È stata una delle prime aziende in Spagna, nel 2013, a investire nella tecnologia a getto d’inchiostro digitale con i prodotti Tau 330/200 di Durst, che hanno prodotto oltre 10 milioni di metri lineari. Oggi, Etiquetas Rospil è la prima impresa della Penisola Iberica a installare il sistema Tau 330 RSC E di Durst. Migliora la versatilità e garantisce tempi di evasione degli ordini più rapidi, allentando così le pressioni ricevute in relazione alle consegne. Sostituendo la Tau 330, la macchina consente anche di ottenere un notevole risparmio nel consumo di inchiostro per metro lineare.

Jorge Pérez, deputy manager dell’azienda Etiquetas Rospil, giunta al suo 45° anniversario, mette in evidenza anche l’omogeneità del colore e la luminosità dei lavori realizzati con le macchine Tau. «Ogni anno, sempre più clienti richiedono esplicitamente che le loro etichette vengano prodotte con la tecnologia Tau di Durst», ha dichiarato Pérez. «È stata una crescita inarrestabile. Inoltre, abbiamo capito che il futuro del settore appartiene alla digitalizzazione. Ecco perché abbiamo deciso di compiere questo passo.»

«Abbiamo piena fiducia in Durst. L’esperienza avuta con questa azienda non ha eguali. Non c’è nulla di paragonabile sul mercato in termini di qualità, affidabilità e, ora con la Tau 330 RSC E, anche di produttività. In aggiunta, l’assistenza tecnica offerta da Durst Iberia è completamente personalizzata.»

Il sistema di stampa Tau 330 RSC E combina la migliore qualità di stampa del segmento con un investimento economico, ed è completamente aggiornabile in una macchina per etichette a 8 colori per offrire una maggiore capacità qualora i bisogni produttivi aumentino. Il modello scelto da Etiquetas Rospil consente di stampare con quattro colori e con il bianco.

Jorge Pérez ha aggiunto: «Sappiamo che il futuro sarà nel segno del digitale e faremo nuovi progressi nei prossimi anni. Il sistema Tau 330 RSC E di Durst offre un ulteriore vantaggio, consente di aumentare la produttività fino a 80 metri lineari al minuto e consente di aggiungere colori di processo per rispondere alle nostre esigenze. Al momento, comunque, siamo molto soddisfatti del nostro attuale investimento. Inoltre stiamo già adottando misure concrete nell’ambito del processo di trasformazione Industry 4.0. Questa è la sfida che dovremo affrontare nei prossimi anni e, unendo le nostre forze a quelle di un partner come Durst in questa trasformazione, siamo spronati a compiere ulteriori progressi.»

Helmuth Munter, responsabile del reparto Labels & Package Printing di Durst, ha dichiarato: «La crescita di Etiquetas Rospil è un esempio perfetto di come aziende innovative e lungimiranti riconoscano i vantaggi globali offerti dalla nostra tecnologia. Siamo contenti di apprendere che i suoi clienti chiedano sempre più spesso che i loro prodotti vengano realizzati con la nostra tecnologia. La piattaforma Tau RSC pone le basi per la stampa a getto d’inchiostro industriale nel settore delle etichette. Offre un pacchetto completo a tutti i nostri clienti in termini di alta qualità, migliore servizio possibile e, di conseguenza, affidabilità produttiva, così come a livello di importante riduzione dei costi.»

 

 

Be the first to know

Get more information from Durst Group

For further information about our new products and latest news

Contact us